Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

Email

Il tuo nome:


Disturbi da dolore sessuale

Vaginismo, dolore durante il rapporto sessuale

lettera DSalve ho 37 anni vorrei capire perche' quando lui mi penetra in profondita' provo un dolore che si espande sulla pancia come una scarica elettrica e' un attimo perche' poi passa per ripresentarsi di nuovo se lui spinge di piu'.questi dolori nn durano per tutto il rapporto ma solo quando spinge in profondita'.non ho mai avuto nessun problema sino ad ora la mia vita sessuale e' sempre stata soddisfacente.grazie (Sabrina)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli:
lettera RNon è chiara la natura e l'intensità del dolore, così come le conseguenze di questo dolore; ad esempio se il dolore è tale da bloccarti, da terminare il rapporto o da influenzare il piacere nella vostra intimità. In altre parole, quello che tu chiami "dolore" potrebbe trattarsi in realtà del raggiungimento di un orgasmo intenso. Questa variabilità è dovuta innazi tutto ad una differenza "fisica" tra uomo e donna per cui per il primo è maggiormente facile capire che si è raggiunti l'orgasmo perchè vi è una eiaculazione maggiore e maggiormente visibile. Se il dolore persiste ed influenza la tua sessualità, potrebbe trattarsi invero di un disturbo sessuale e di conseguenza ti suggerirei di rivolgerti ad uno psicosessuologo per comprendere meglio queste tue sensazioni.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

lettera DSono una ragazza di 17 anni. Ho avuto il mio primo rapporto sessuale quest'estate con il mio ragazzo(era per entrambi la prima volta).Questo primo rapporto è stato abbastanza doloroso ma credevo fosse normale. Il problema è che anche nei successivi atti sessuali provo dolore. Anche all'inizio di questo,la penetrazione mi riesce abbastanza dolorosa e difficile. Non capisco perchè!Crede si tratti di vaginismo o di dispaurenia?Devo recarmi da uno specialista o crede sia una questione di paura? (Giulia)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli:
lettera RCara Giulia, è complicato darti una risposta univoca in quanto i disturbi da dolore sessuale sono molto variabili e dipendono da fattori organici (es. se è presente una infezione, una candida o altra malattia a trasmissione sessuale, un arrossamento, ecc) e fattori psicologici legati questi ultimi alla relazione con il tuo ragazzo, alla situazione (sei in un periodo difficile o stressante?) e riguardanti te stessa. Inoltre è molto variabile la percezione del dolore che in tal senso deve essere approfondita attraverso la conoscenza della propria storia di vita. Se il dolore persiste ti consiglio innanzi tutto una visita ginecologica, suggeribile anche per i rapporti sessuali che hai cominciato ad avere, per capire la natura della tua problematica. Qualora non ci fossero problemi di tipo fisico, potrebbe essere come tu dici "questione di paura" ed in tal senso passare con il tempo parallelamente all'aumentare delle esperienze intime con il corpo non solo dell'altro ma con il tuo, alla scoperta di un'intimità che proprio perchè non la si conosce ed al tempo stesso è portatrice di emozioni intense, spaventa un po' all'inizio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

lettera DCara dottoressa. Sono una ragazza di 18 anni e da 2 anni sono fidanzata con un ragazzo di 19 anni. La prima volta è stata quando avevo 17 anni, ed è stata abbastanza dolorosa. Successivamente però ad ogni inizio del rapporto provo ancora del dolore ed inoltre durante l'atto sessuale non provo molto piacere, a volte solo dolore. Cos'ho che non va? (Julia)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli:
lettera RE' difficile rispondere alla tua domanda perchè possono entrare in gioco diversi fattori sia di origine medica (es. infezioni, malattie a trasmissione sessuale come la candida, arrossamenti locali, dermatiti, ecc) sia di origine psicologica legata quest'ultima ad esempio alla vostra relazione di coppia, ai tuoi desideri ed aspettative, ma anche ad elementi maggiormente individuali come ad esempio in che momento della tua vita ti stai trovando, eventuali stress "extra-relazionali" ed altro ancora che in uno spazio di questo tipo è complesso poter analizzare in maniera approfondita. Ti consiglio quindi di effettuare una visita ginecologica se ancora non l'hai fatta e se il dolore dovesse persistere e non ci fosse una problematica di tipo fisico, ti ti suggerisco di effettuare una visita psicosessuologica da uno psicologo specializzato.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

lettera DMi scuso per errori di scrittura poichè sono straniera ma mi farò capire. Sono sposata e non sento alcun bisogno di sesso. Amo mio marito (meno male e molto comprensivo) e sono felice di stare con lui. Non ho altri problemi gravi....Per fare più veloce gli elenco alcune cose che potrebbero essere la causa di questo (lo chiamerò) disturbo. Ho frequenti infezioni da candida, a volte sento dolore nella fase di penetrazione e dopo, sono una persona molto ansiosa, non mi lubrifico facilmente(uso prodotti che mi aiutano in tal senso), ho un passato da tossicodipendente-cocainomane(in quel periodo ero molto ma molto disinibita) e sono stata anche violentata da un conoscente alla età di 17 anni(non ho sofferto psicologicamente dopo-mia mamma dice che questo è strano). Dall'altro lato ho sempre sogni e fantasie erotiche e mi "masturbo"(spero sia il termine giusto) regolarmente. Ma nel momento che capisco di dover fare sesso con mio marito mi viene un ansia anche ore prima. Non mi aspetto da Lei una soluzione del mio problema ma un opinione se è il caso di andare da un sessuologo o no. Ho un disturbo curabile o sono proprio io fatta cosi MALE????
Le ringrazio tanto.
(Marijana)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli:
lettera RCredo sia importante in questo caso rivolgerti ad un sessuologo perchè in una problematica sessuale entrano in gioco diversi fattori. Nel tuo caso la tendenza alla candida non facilita sicuramente il rapporto sessuale nè la possibilità di abbandonarsi e coinvolgersi; inoltre anche l'esperienza adolescenziale della violenza subita potrebbe aver lasciato una ferita non rimarginata forse proprio perchè invisibile (dici che non ne hai sofferto psicologicamente), così come sarebbe interessante un'analisi approfondita dei tuoi sogni a contenuto sessuale che potrebbero essere ricchi di informazioni e significato. Aver raccontato la tua storia, segnalandone alcuni aspetti critici, evidenzia una buona consapevolizzazione e capacità introspettiva che potrebbe aiutarti all'interno di un percorso psicoterapeutico per capire meglio te stessa ed affrontare efficacemente il problema. Un problema di natura sessuale ma, soprattutto in questo caso, di natura relazionale dato che nel rapporto con te stessa ed il corpo non segnali evidenti difficoltà (racconti di masturbarti regolarmente), un aspetto questo positivo nell'ottica di una possibile "curabilità" del tuo disturbo.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

lettera DSalve, mi chiamo Anna..ho 17 anni e ho avuto il mio primo rapporto a 14..è stato dolorosissimo ma pensavo fosse normale dato che era il primo..ma poi putroppo si è ripetuto ogni volta che lo facevamo..ora ha da circa 1 anno che non vedo questo ragazzo ma se dovesse capitare ho paura di avere rapporti per il forte dolore che provo ogni volta..(Anna)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli:
lettera RDal tuo racconto non si evince se ti sei già recata da un ginecologo; infatti una visita specialistica potrebbe essere utile per capire se in corso hai una problematica di tipo fisico che può comportare dolore durante i rapporti (ad es. una infezione oppure una malattia a trasmissione sessuale come la candida...). Successivamente, qualora non si verificassero elementi di questo tipo, ti suggerisco di rivolgerti ad un sessuologo della tua città perchè potrebbe trattarsi di un disturbo da dolore sessuale legato a fattori psicologici relazionali (quindi connesso al tuo precedente rapporto di coppia) oppure individuali (connesso cioè alla tua storia di vita).

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Vuoi chiedere aiuto?

psicoterapia banner

SPORTELLO PSICOLOGICO GRATUITO

MenteSociale

studio mix

MenteSociale è una associazione di promozione sociale (CF: 97992540589)

Indirizzo dello studio:
Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI PER CHIEDERE INFO O PRENOTARE UN APPUNTAMENTO:
lun, mer, gio, ven ore 10.00-13.00; mar ore 17.00-20.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.