Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

Email

Il tuo nome:


lettera DVorrei ricevere informazioni riguardo la mia situazione familiare. Si tratta esattamente di mia madre di 67 anni, invalida civile al 100%, che subisce dei maltrattamenti in famiglia da parte dei due miei fratelli più grandi. Lei oggi non è più in grado di affrontare questo terrorismo psicologico e tante altre violenze che spesso arrivano a sfociare in liti tra me e loro per poter difendere mia madre.

Ho chiesto aiuto a tante persone, ma senza risultati. Essendo in una situazione di disoccupazione non posso portar via di casa mia madre, cosa che risolverebbe la situazione, ma non posso permettermelo. Vi scrivo per avere qualche consiglio e poter capire quale strada si potrebbe percorrere, in quanto lei è terrorizzata da voler fare anche una denuncia contro i miei fratelli vivendo nella stesa casa. Vi chiedo questo aiuto perchè al momento non so più come poter gestire questa situazione di pericolo quotidiano, sperando in preziose informazioni per risolvere questo problema. Saluti. (Mauro)

 

Risponde la dr.ssa Annalisa Gasparre
lettera R

 

Buongiorno,
la situazione è delicata. Mi sembra di capire che Sua madre viva con gli altri figli. Di quali prove dispone?
E' ipotizzabile un provvedimento da parte del giudice civile o penale a seconda dei casi, per allontamento dalla casa familiare del "familiare" violento. Si tratta dei rimedi approntati negli ultimi anni prendendo come esempio i casi di violenza coniugale, dove la vittima sopporta perchè non potrebbe mantenersi fuori di casa.
E' previsto infatti che l'allontanato versi un assegno, se necessario al mantenimento della vittima.
La via civile necessita sempre un atto di impulso processuale, da parte di sua madre, ma è meno drastico che una denuncia penale e meno lesivo dell'immagine dell'allontanato, che non subisce alcun processo penale, ma può solo essere convocato dal giudice oppure prendere l'iniziativa di rivolgersi ad un avvocato per difendersi da un procedimento che vuole allontanarlo da casa. I tempi dell'allontanamento civile sono piuttosto veloci, ma per attivare questa procedura deve rivolgersi ad un avvocato.
Se vuole, mi racconti meglio di cosa accusa i suoi fratelli e saprò meglio dirle se è preferibile la via civile o penale.
Pin It

Per contattarci o venirci a trovare...

MenteSociale è un ente del terzo settore (CF: 97992540589) e ci occupiamo del benessere psicologico della persona, la coppia, la famiglia
Indirizzo dello studio: Ci troviamo a Roma, nel quartiere di Centocelle, in Via dei Castani 170
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus
Email:
info@mentesociale.it  Telefono: 0664014427

ideaAttenzione! Per accedere ai servizi online (es. sportello psicologico o legale, colloquio psicologico o psicoterapia) è necessario prendere una appuntamento. Puoi farlo mandandoci una email o chiamandoci in studio nei seguenti orari: lun-mar-mer-ven dalle 10.00 alle 13.00

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.