Stampa
Categoria principale: Articoli
Categoria: Pillole di Film
Visite: 3741

{tab=Recensione}
locandinaParigi, Avenue Montaigne. Un quartiere lussuoso con un viavai di personalità e perfetti sconosciuti in cerca di un lavoretto. E’ il caso di Jessica (una frizzantina Cecile De France), che si improvvisa cameriera e barista pur di seguire le orme del mito donnesco del cambiar vita. Di fatto, tutto accadrà tranne questo – ma ne vedrete lo stesso delle belle. Un pianista famoso e annoiato dalla fama (Albert Dupontel) che snobba il lusso per suonare agli straccioni e una moglie nevrotica e insoddisfatta (avete indovinato, solito ruolo di Laura Morante) che chiede solo di essere amata (ma con classe). Un collezionista facoltoso (Claude Brasseur) che decide di svendere tutto, ricordi compresi, ma che non riesce a liberarsi delle incomprensioni con un figlio che non accetta la presenza della neo-matrigna arrivista. Un’attrice (Valerie Lemercier) celebre e isterica alla ricerca del ruolo giusto e una malinconica custode di teatro (la straordinaria Dani) approdata alla pensione. Tutti questi personaggi si incontrano e si scontrano intorno al Bar des Theatres, crocevia di sogni e delusioni, amori e tradimenti, frustrazioni e chimere abbaglianti.
Nessun colpo di scena, niente effetti speciali, solo una quotidianità che scivola lenta e piatta davanti alla macchina da presa. Fra uno sbadiglio e l’altro, qualche sorriso può scappare - della serie: c’est la vie.

star1.gif

{tab=Scheda tecnica}
Regista: Danièle Thompson
Anno di produzione: 2006
Produzione: Francia
Durata: 106 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
Premi César 2007 a Cecile De France

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.