Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

Email

Il tuo nome:


A scuola con MenteSociale

Lo stereotipo che le ragazze siano meno brave dei ragazzi in matematica e nelle materie scientifiche in generale, ha profonde conseguenze sui percorsi di studio e di lavoro futuri. Queste “discriminazioni” iniziano a svilupparsi molto presto nel corso della vita di bambine e bambini. Hanno origine negli stereotipi che genitori, insegnanti, libri di testo e più in generale, le norme sociali e culturali trasmettono loro: stereotipi che comportano differenze di genere nell’apprendimento e influenzano i divari che osserviamo nelle scelte universitarie, nella partecipazione alla forza lavoro e nella struttura dei salari.

Tra gli effetti più drammatici della pandemia e la successiva reclusione attraverso il lockdown, c’è stato l’aggravarsi di molti disagi. Gli adolescenti sono stati tra i più colpiti: hanno dovuto rinunciare alla scuola, agli amici, allo sport; hanno evitato i contatti, i baci, gli abbracci, si sono svegliati ogni mattina per accendere un pc e ritrovare i volti dei loro insegnanti per fare lezione a distanza, attraverso uno schermo.

L’articolo mira a far conoscere le potenzialità della grafologia nel contesto sociale della Scuola. Tramite l’analisi del tracciato grafico è possibile comprendere tendenze e temperamenti individuali, punti di forza e debolezze, sottolineando quanto importante possa essere l'osservazione e l'indagine del  gesto grafico per dare forza ad un gioco multidisciplinare che mira al benessere individuale dello studente e più in generale al benessere scolastico.

In questo articolo parliamo del Coding, attività di programmazione informatica, in molti Paesi già inserita nei programmi sin della scuola dell'infanziae  che in Italia sta prendendo sempre più spazio sia nella didattica sia come attività  extrascolastica.

Quanto l’apprendimento è condizionato dalle emozioni e come si può sviluppare l’intelligenza emotiva per sostenere i percorsi di sviluppo del ragazzo? Ne parliamo in questo articolo. 

Bambini a casa ma con la scuola che continua a distanza…compiti, video lezioni e genitori che non riescono a stare dietro a questo nuovo modo di fare didattica. Ma che succede se gli alunni sono di prima elementare?

Sembra ormai abbastanza chiaro che per quest’anno la scuola è destinata a concludersi così, con la didattica a distanza. Quella che prima rappresentava il più importante osservatorio per individuare in maniera tempestiva i casi di DSA viene drasticamente a mancare. Vi è una sorta di rovescio della medaglia, scopriamo insieme in che senso , attraverso questo articolo. 

Con la chiusura delle scuole dovute all’emergenza Covid-19, è stato necessario adottare delle misure che permettessero di proseguire il lavoro svolto solitamente a scuola. Ed è qui che è entrata in campo la didattica a distanza. Questo tipo di didattica cosa cambia e come influenza i ragazzi con Bisogni Educativi Speciali? Scopriamolo insieme, in questo articolo. 

Per contattarci o venirci a trovare...

MenteSociale è un ente del terzo settore (CF: 97992540589) e ci occupiamo del benessere psicologico della persona, la coppia, la famiglia
Indirizzo dello studio: Ci troviamo a Roma, nel quartiere di Centocelle, in Via dei Castani 170
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus
Email:
info@mentesociale.it  Telefono: 0664014427

ideaPer prenotarsi, prendere un appuntamento o chiedere informazioni vi ricordiamo che
MenteSociale è aperta al pubblico nei seguenti giorni e orari:
lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 10.00 alle 13.00.  Martedì  dalle 10.00 alle 16.00

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.