Stampa
Categoria principale: Articoli
Categoria: Pillole di Film
Visite: 255

" La macchina funziona un po' come la macchina del tempo: dietro di te c'è il passato, che ti sei lasciato alle spalle; davanti a te c'è il futuro. Puoi accelerare per farlo realizzare prima o, come preferisci, puoi rallentare. Goditi il presente fin che puoi, Philip!"

Esiste un mondo perfetto? Se così fosse il bene e il male forse non avrebbero connotazione di giudizio o pregiudizio perché l'uno e l'altro sarebbero due facce di una stessa medaglia: la vita che si sceglie ma anche le circostanze, il cosiddetto destino, che sceglie le persone, la strada da percorrere per raggiungere un traguardo.

In questo film si incontrano un incallito criminale Butch Haynes e un bambino Philip Perry appartenenti a due mondi completamente diversi, direi opposti. Il bambino, rapito per ostaggio dall'evaso e' cresciuto in una famiglia  con rigidi principi religiosi che gli  impediscono  di vivere in modo spensierato  la sua infanzia, Butch invece non ha avuto una vera famiglia e i riferimenti genitoriali sono stati negativi o assenti.

Il loro incontro tuttavia sarà per entrambi un percorso importante perché le loro esperienze passate diventeranno occasioni uniche per conoscersi e credere in un mondo diverso, nuovo,senza pregiudizi e ipocrisie. Forse è proprio questo il mondo perfetto, il territorio nel quale ognuno riscopre se stesso e da' voce,senza condizionamenti, alle proprie emozioni, al desiderio di libertà concreta e ideale, alla spinta a vivere l'innocenza dei sentimenti condividendo gioia e dolore, coraggio e intraprendenza.

L'epilogo del lungo viaggio insieme che  si conclude con la morte di Butch rappresenta la  catarsi simbolica del male, l'umanità che si concretizza oltre le apparenze e  restituisce a entrambi i protagonisti la visione di un mondo "perfetto" nel quale ognuno ha conquistato  finalmente la propria libertà.

Questo film, diretto in modo magistrale da Clint Eastwood ( che interpreta lo sceriffo Red Garnett),  insegna che i bambini possono diventare improvvisamente  adulti ma anche i grandi possono ritrovare, nonostante tutto, l'innocenza di una infanzia mai vissuta.

In questo contesto il bene e il male non hanno più confini definiti ma diventano il mezzo per desiderare ad ogni costo l'illusione di un mondo ideale dove i sentimenti hanno il potere di riscattare il passato e diventare un ponte  per il futuro. 

Scheda tecnica del film

 Regista: Clint Eastwood

Anno di produzione: 1993 

Durata:  2h 18m

Genere drammatico: poliziesco 

 

scrivereL'articolo è stato scritto da Laura Alberico, insegnante

 

powered by social2s
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.