Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Privacy e Termini di Utilizzo

diventa fan

DORMENDO E SOGNANDO

Difficoltà legate al dormire ed al sognare
 
 

lettera DSalve, la mia ragazza mi ha aggredito nel sonno, ed anche tre mesi fa ebbe uno scatto d'aggressività. In questo periodo è stressata ed anche in passato ha subito forti stress, inoltre, se può essere utile, ha cominciato a prendere la pillola anticoncezionale da una settimana. Chiedo a voi un parere per sapere come dovrei comportarmi. Grazie. (Marco)

 

Risponde la dr.ssa Laura Catalli
lettera RProblematiche comportamentali durante il sonno possono essere determinate da un momento di stress che si sta attraversando ed in tal senso tendono a scomparire quando il momento è risolto. Tali problematiche possono manifestarsi attraverso il movimento del corpo (girarsi e rigirarsi nel letto pur dormendo, vagare per la casa come nel caso dei sonnambuli...) oppure attraverso una comunicazione involontaria con la persona che dorme accanto, dal dialogo a comportamenti aggressivi veri e propri. Solitamente tali disturbi sono molto più accentuati durante l'infanzia. Più che sulla pillola anticoncezionale (il cui effetto in questo caso non credo sia rilevante e per la quale la tua ragazza potrebbe contattare il proprio ginecologo per assicurarsene), centrerei l'attenzione sulle emozioni che in questo momento prova nell'affrontare un periodo di forte stress come tu stesso racconti. Affermi che anche tre mesi fa ha avuto uno "scatto d'aggressività" questo spesso accade quando tendiamo a trattenere le nostre emozioni fino a diventare una sorta di "pentola a pressione" per cui arrivati alla pressione giusta le emozioni escono fuori nella loro forza ed intensità (come è ad esempio il caso dell'aggressività) e quando meno possiamo controllarle (ad esempio, appunto, durante il dormire). Quello che mi sentirei quindi di suggerirti è di parlare con la tua ragazza aiutandola a tirar fuori le sue emozioni rispetto al momento difficile che sta attraversando, nel caso potrebbe essere utile un supporto psicologico per comprendere meglio se stessi da un punto di vista emotivo.

lettera DNon riesco a dormire con altre persone,anche quando ho molto sonno. Ho letto che può derivare da un trauma subito da bambina ma mia madre non dorme molto e quindi io ho sempre pensato fosse qualcosa di ereditario. Non è vero che non mi fido dell’altra persona perché non riesco a dormire nemmeno con persone di famiglia. Mi danno in generale fastidio tutti i rumori periodici (respiro ma anche ticchettio di orologio).Che posso fare? E’triste non poter dare e vivere la gioia di dormire con la persona amata al proprio fianco che non russa (Carla)

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera RInnanzitutto, se seguissimo l'ipotesi interpretativa "non dormi perchè non ti fidi", tale lettura potrebbe essere presa in considerazione proprio perchè affermi di non riuscire a riposare nemmeno accanto a familiari per i quali spesso ci si aspetta una fiducia reciproca, ma non è detto che per questo sia inevitabilmente presente. Il fastidio per ogni tipo di rumore, anche quello più flebile e comunemente accettato (es. il respiro di una persona) mi fa invece pensare ad una difficoltà di abbandonarsi ed alla paura di perdere il proprio controllo, elemento questo che ben caratterizza il sonno di una persona (basti pensare alle persone sonnambule che si muovono senza la propria volontà). Questa seconda lettura è logicamente molto generale perchè non conosco la tua storia di vita e le tue relazioni; in tal senso quello che mi sento di suggerirti è di rivolgerti ad uno psicologo che possa aiutarti a capire meglio te stessa e cosa ti sta succedendo

lettera DGentile dottoressa, sono una ragazza di 27 anni. Da una settimana ormai faccio dei sogni orribili, tutti relativi a delle uccisioni, mio fratello investito, un uomo impiccato, mia madre arrestata, il fidanzato di una mia amica morto, al figlio di una mia amica era morto perchè gli avevano staccato il cuore dalle mani, e l'ultimo stanotte ero in una sala forse un ristorante ad un certo punto è entrata una donna bionda ha urlato qualcosa poi è corsa dietro ad un ragazzo fino a raggiungerlo in bagno dove lo ha accoltellato. Mi sto iniziando a preoccupare cosa devo pensare? certo questo che sto vivendo non è un bel periodo sono confusa su cosa voglio dalla vita, ma non riesco a capire come mai tutti questi sogni brutti che mi fanno svegliare con l'ansia (Elisabetta).

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera RCara Elisabetta,
purtroppo non posso darti una risposta specifica su quale sia il significato di questi sogni orribili. Essi infatti sono collegati alla tua storia di vita, ai vissuti emotivi, al momento che stai vivendo ed a tanti altri fattori che possono essere analizzati soltanto dopo una conoscenza più approfondita di quello che ti riguarda. Ci sono due elementi in comune a questi sogni su cui vale la pena riflettere. Il primo è la morte, il secondo l'angoscia e la crudeltà rappresentata da questi sogni; sarebbe importante capire se questo periodo è per te fonte soltanto di confusione o cela un vissuto emotivo più intenso e doloroso; al tempo stesso la morte nei sogni può avere non necessariamente un significato negativo, celare un movimento, un cambiamento imminente o da fare, una separazione. Elementi questi che naturalmente possono generare sentimenti di angoscia e di paura per l'incertezza che caratterizza il futuro.
Se questi sogni diventono per te invalidanti, ti consiglio in ogni modo di rivolgerti ad uno psicologo; questo non significa necessariamente intraprendere un percorso terapeutico, ma essere aiutata a far luce sui sogni che stanno caratterizzando questo tuo momento di vita al fine di chiarire meglio i tuoi obiettivi e svegliarti maggiormente serena.

lettera DBuonasera dottoressa io ho una fobia costante che è quella della paura di addormentarmi e non svegliarmi più...oppure di svegliarmi in una cassa (morte apparente)...so' che al giorno d' oggi è raro che succeda ma nonostante cerchi di ragionare che è solo una stupida fobia che mi sono creato ma niente...e purtroppo in alcuni periodi mi toglie molte ore di sonno....mi consigli la prego, grazie dell’aiuto a risentirci... (Andrea)

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
lettera RCaro Andrea sinceramente non riesco a capire come mai tu pensi che un sogno di questo genere sia raro; è molto comune infatti fare “sogni di morte”: sognare il proprio funerale, di essere nella tomba, di essere murati vivi ecc ecc. Non è chiaro da quanto tempo hai questo tipo di difficoltà e se ne hai parlato con qualcuno (questa è una piccola strategia contro fobica). I sogni spesso rivelano qualcosa di noi, una nostra paura, un problema da affrontare... sarebbe interessante capire quindi se stai attraversando una situazione per te significativa e cosa evoca la tematica della morte. Quello che posso consigliarti è quindi di rivolgerti ad uno psicologo se il problema persiste in quanto con l’andar del tempo può divenire invalidante. Inoltre un piccolo suggerimento è, una volta a letto prima di addormentarsi ad occhi chiusi, di ripetersi più volte che si farà quel genere di sogno.

Problema: se sogno di baciare una persona che frequento o che mi interessa la relazione finisce o mai inizia, come se il sogno mi andasse ad aprire gli occhi sul fatto che mi stia facendo solo delle inutili illusioni. Ormai però lo sogno costantemente e non so per quale assurda casualità le mie storie finiscono. Non nego che questo meccanismo sta diventando un’ossessione,dato che oramai ogni volta che conosco qualcuno il sogno si ripropone e automaticamente parto scoraggiata. Purtroppo l'ultima volta che l'ho fatto ho immediatamente scoperto che il mio ragazzo mi aveva tradita e sono ricaduta nel meccanismo, come fare a liberarmi da questa ossessione del sogno che si concretizza in un fallimento affettivo? che fare? Grazie (Anna)

Risposta della dr.ssa Laura Catalli:
Cara Anna, da quello che scrivi si comprende come il sogno, o meglio il suo contenuto, abbia un enorme potere sul mondo reale in cui tu vivi, inducendoti ad affrontare la quotidianità della vita e le sue molteplici difficoltà (l’inizio di una relazione, la scoperta di un tradimento…) con insicurezza e paura, quasi abbandonandoti al destino che il mondo dei sogni ti va riservando di volta in volta. E questo è paradossale se consideri come molto spesso i sogni prendano spunto dalla realtà, da quello che si è vissuto negli ultimi giorni o quello che ci sta tanto a cuore lo andiamo a ritrovare, riscoprire e riaffrontare poi durante il sonno.
Credo allora sia importante guardare al sogno non come ad un nemico (vivendolo appunto come un’ossessione), ma come risorsa, senza sopravvalutarlo e vederlo come predittore di verità: esso rivela non tanto quello che andrai ad affrontare, quanto le tue paure, le tue emozioni riguardo ad una specifica situazione ed in tal senso ricordarsi ciò che si è sognato può essere un utile punto di partenza per riflettere su noi stessi e sul nostro vissuto emotivo.
Allo scopo di restituire il giusto peso al mondo fantastico (quello dei sogni) ed al mondo reale, quest’ultimo forse un po’ troppo “dipendente” dal primo.

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 17.00 alle 20.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00 
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.