WORKSHOP & CORSI PER PSICOLOGI

corsiperpsicologi

DALLA BACCHETTA MAGICA AL FALLIMENTO TERAPEUTICO
Venerdì 21 Aprile,       workshop esperenziale 

 

Newsletter

Iscriviti

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello Studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Gentile dottoressa, leggo spesso i suoi articoli su questo sito e la seguo su facebook, ritrovandomi molto in diverse sue riflessioni... Vorrei chiederle aiuto non per me, ma per mia sorella che ha da poco perduto il suo compagno da una vita ed è entrata in uno stato depressivo da cui non riesco a farla uscire. Rifiuta qualsiasi aiuto medico. Noi Famiglia e amici le stiamo vicino ma non ha intenzione di reagire. Volevo un suo consiglio su come posso effettivamente aiutarla oltre che starle vicino non so proprio che fare! (Carlotta).

Risponde la dr.ssa Laura Catalli, Psicologa Psicoterapeuta sistemico-relazionale, Consulente Sessuale e di Coppia, Responsabile dello Studio di Psicoterapia MenteSociale:

Cara Carlotta, mi spiace per tua sorella e per il lutto che sta affrontando, purtroppo avrà bisogno di tempo per poter convivere con la perdita, esplorando, esprimendo ed elaborando i diversi vissuti emotivi che ogni lutto inevitabilmente comporta.

Sebbene ogni perdita debba essere letta sotto molteplici punti di vista, credo che l'aspetto più importante sia "darsi e dare tempo".

Tempo per il dolore, tempo per stare male.

Tempo anche da vivere da soli, con se stessi ed i propri vissuti. Capisco in tal senso il rifiuto di un aiuto medico. Anche se dal canto nostro vorremo tanto aiutare chi sta attraversando una perdita, dobbiamo riuscire a rispettare i suoi tempi, i suoi desideri, anche se in questo momento coincidono con il non reagire o non voler fare alcun che se non stare male.

Sebbene sia difficile comprenderlo fino in fondo, stai sicura che anche questo le servirà. Ci sono tante persone che dopo un lutto riprendono a lavorare o stanno sempre con gli altri o chiedono immediatamente aiuto. A volte questo è estremamente positivo, altre volte estremamente dannoso, perchè è un modo per non vivere e stare con il dolore che la perdita della persona cara porta con sè.

Quindi, dal canto vostro - e tuo come sorella nello specifico - quello che ti consiglio è ciò che probabilmente stai facendo, ovvero starle vicino. E' importante non pressarla nello stare meglio perchè non aiuta anzi molte volte allontana perchè si ha la sensazione di non venire capiti da chi ci sta accanto.

Potrebbe essere utile anche aiutarla a creare degli spazi per sè, in cui pensare meno, di coccole o altro (se c'è una cosa che sai le potrebbe far piacere di fare, magari da fare insieme).

In generale farle sapere che tu ci sei, se lei lo vorrà.

E' anche importante capire da quanto tempo sta affrontando questo lutto, di quanto stiamo parlando, per poter comprendere se abbia invece senso invitarla a richiedere un consulto psicologico o meglio un sostegno psicologico in tal senso, che in effetti aiuta nell'elaborazione di un lutto.

Ma l'aspetto importante per essere aiutati è che la persona stessa voglia affrontare una situazione, voglia cambiare o ritrovare la propria serenità. In assenza di questo aspetto, non ha alcun senso insistere su aiuti specialistici. Questo il mio punto di vista. Spero di esserti stata di aiuto, in bocca al lupo!



 

Studio di Psicoterapia MenteSociale

studio mix

Indirizzo: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 15, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Lunedì dalle 10.00 alle 13.00
Martedì dalle 10.00 alle 13.00  (anche Sportello Psicologico)
Mercoledì dalle 17.00 alle 20.00
Giovedì dalle 10.00 alle 13.00 (anche Sportello Legale)
Venerdì dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.