Psychotherapy-1 danzaterapia fototerapia giovane-psicologo laboratorio-teatrale letture-ad-alta-voce sportellopsi

diventa fan

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere aggiornato sulle attività ed i servizi dello studio e sui nuovi articoli di MenteSociale!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

.

{tab=Recensione}
locandinaUn uomo e i suoi trecento. L'orgoglio e la virilità austera di Sparta. La sete della gloria, la forza del coraggio, l'ardore della passione. Cronaca virtuale di una vigorosa sfida al destino in nome della libertà, firmata Zack Snyder, “300” è la trasposizione cinematografica dell’ omonimo romanzo grafico di Frank Miller. Siamo nel 480 a .C. a Sparta, mitica culla di guerrieri che non tentennano mai, che non conoscono debolezza né tenerezza alcuna. L'austerità dei costumi è la matriarca che regge una società fondata su disciplina, onore, senso del dovere e venerazione delle leggi (siamo pur sempre nell'Ellade socratica), oltre a promuovere valori come coraggio patriottico e sacrificio estremo. Ma anche razzismo, competizione, gusto xenofobo di sopraffazione. E Leonida, diciassettesimo re neanche a farlo apposta, è l'incarnazione vivente della trasfigurazione positiva di tutto l'universo spartano: padre attento, marito fedele (la coppia formata dalla sublime regina Lena Headey e dal possente Gerard Butler è semplicemente irresistibile), cittadino irreprensibile, guerriero valoroso, come anche nemico spregiudicato e senza pietà, pronto a dissacrare da subito l'inviolabile vincolo dell'ospitalità. Variegate le prospettive ideologiche con cui ispezionare il film, che presta il fianco a critiche ed elogi di vario tipo, premesso tuttavia che l'intenzione palese resta un godibile divertissement: cinema d'intrattenimento che prende in prestito movimento e terza dimensione dall'universo dei videogiochi, senza risparmiarsi tocchi d'autore che spaziano dall'azione, al thriller, al melò nel giro di pochi minuti. Il padre dell' “Alba dei morti viventi” regala al pubblico un'esperienza cinematografica che fa dell'esplosione del colore (su tutti un ipnotico rosso sangue, protagonista fin dai titoli di testa) e dell'enfasi estetica dei corpi il suo punto forte, impressionando, suggestionando, catturando in ogni singola, appassionante, sequenza.

vota_star_40
{tab=Scheda tecnica}
Regista: Z. Snyder
Anno di produzione: 2007
Produzione: Stati Uniti
Durata: 117 minuti

{tab=Curiosità}

Non ci sono curiosità

{tab=Riconoscimenti}
2 Saturn Awards: Miglior film d'azione/di avventura/thriller, miglior regia (Zack Snyder)
MTV Movie Awards 2007: Miglior combattimento (Gerard Butler contro "The Uber Immortal").
1 Golden Trailer Award: Miglior promozione
1 Satellite Award: Migliori effetti speciali

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Contatti

studio mixStudio di Psicoterapia MenteSociale

Via dei Castani 170, 00171 Roma

mail: info@mentesociale.it

Tel. 0664014427
Lo Studio risponde dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00.
In altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Responsabile dello Studio: Dr.ssa Laura Catalli - Cell. 3287878571

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.