Iscriviti alla Newsletter di MenteSociale!

blog-business-email-writing-examples.png

Seguici su

if facebook 313103if instagram 313113if linkedin 313117if googleplus 313110

articlesIn questo articolo analizziamo la Legge 170/2010, per comprendere meglio cosa sia il PDP (piano didattico personalizzato) e chi può richiederlo, cosa siano le misure compensative e a cosa servano.

La Legge170/2010 prevede che venga redatto un PDP (piano didattico personalizzato) per gli studenti con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento. Cosa vuol dire?

Significa che le caratteristiche di apprendimento di questi bambini e ragazzi sono diverse e che, pertanto, hanno bisogno di apprendere attraverso una modalità più adatta alle loro caratteristiche. Cerchiamo di capire un po’ meglio…

Gli strumenti compensativi e le misure dispensative

Gli strumenti compensativi sono esattamente come un paio di occhiali per un miope.

Sono strumenti che permettono di compensare la difficoltà specifica legata al disturbo, facilitando l’esecuzione dei compiti.

Per esempio, se l’alunno con Disturbi Specifici di Apprendimento non ha memorizzato l’alfabeto, è possibile fargli visionare le lettere che non ricorda con appositi cartelli o tabelle; con questo accorgimento, l’alunno ha possibilità maggiori di un successivo apprendimento rispetto ad un isolamento conoscitivo.

Le misure dispensative, invece, riguardano la dispensa da alcune prestazioni, come per esempio il prendere appunti o la lettura a voce alta; riguardano anche i tempi di esecuzione per la realizzazione delle attività e la valutazione.

Come posso richiedere una valutazione?

I tempi di attesa per le valutazioni nelle strutture pubbliche sono piuttosto lunghi, ma gli alunni in difficoltà hanno bisogno di una tempistica breve in modo che ci si attivi fornendo loro degli strumenti adatti ad apprendere in maniera efficace.

La Circolare Ministeriale n.8 del 6/3/2013 equipara le valutazioni effettuate in strutture private a quelle delle Asl; pertanto con una valutazione rilasciata da un servizio privato la scuola può attivarsi adottando le misure previste dalla Legge 170/2010 più idonee per l’alunno.

La circolare recita “[…] Fermo restando l'obbligo di presentazione delle certificazioni per l'esercizio dei diritti conseguenti alle situazioni di disabilità e di DSA, è compito doveroso dei Consigli di classe o dei teams dei docenti nelle scuole primarie indicare in quali altri casi sia opportuna e necessaria l'adozione di una personalizzazione della didattica ed eventualmente di misure compensative o dispensative, nella prospettiva di una presa in carico globale ed inclusiva di tutti gli alunni. Strumento privilegiato è il percorso individualizzato e personalizzato, redatto in un Piano Didattico Personalizzato (PDP), che ha lo scopo di definire, monitorare e documentare – secondo un’elaborazione collegiale, corresponsabile e partecipata - le strategie di intervento più idonee e i criteri di valutazione degli apprendimenti. Per quanto riguarda gli alunni in possesso di una diagnosi di DSA rilasciata da una struttura privata, si raccomanda - nelle more del rilascio della certificazione da parte di strutture sanitarie pubbliche o accreditate – di adottare preventivamente le misure previste dalla Legge 170/2010, qualora il Consiglio di classe o il team dei docenti della scuola primaria ravvisino e riscontrino, sulla base di considerazioni psicopedagogiche e didattiche, carenze fondatamente riconducibili al disturbo. Pervengono infatti numerose segnalazioni relative ad alunni (già sottoposti ad accertamenti diagnostici nei primi mesi di scuola) che, riuscendo soltanto verso la fine dell’anno scolastico ad ottenere la certificazione, permangono senza le tutele cui sostanzialmente avrebbero diritto. Si evidenzia pertanto la necessità di superare e risolvere le difficoltà legate ai tempi di rilascio delle certificazioni (in molti casi superiori ai sei mesi) adottando comunque un piano didattico individualizzato e personalizzato nonché tutte le misure che le esigenze educative riscontrate richiedono. Negli anni terminali di ciascun ciclo scolastico, in ragione degli adempimenti connessi agli esami di Stato, le certificazioni dovranno essere presentate entro il termine del 31 marzo, come previsto all’art.1 dell’Accordo sancito in Conferenza Stato-Regioni sulle certificazioni per i DSA (R.A. n. 140 del 25 luglio 2012). “

Per saperne di più…. http://www.scuole.vda.it/images/news/circ8-03.pdf

 

valutazione

 

MenteSociale

studio mix

Indirizzo dello studio: Via dei Castani 170, 00171 Roma
ideaCon i mezzi pubblici lo Studio è vicino a: metro C fermata Gardenie, Tram 19 e Tram 5, numerose linee di bus

Email: info@mentesociale.it

Telefono: 0664014427

ORARI DI SEGRETERIA ED APERTURA AL PUBBLICO:
Dal lunedì al venerdì. dalle 10.00 alle 13.00
ideaIn altri orari o giorni è possibile lasciare un messaggio in segreteria, sarete ricontattati il prima possibile.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.